MARIA CAROLINA DI BORBONE DELLE DUE SICILIE, DUCHESSA DI BERRY   continua

Nata il 5 novembre 1798 da Francesco 1 delle Due Sicilie e da Maria Clementina d' Absburgo nella reggia di Caserta

PRINC.ETTORE LUCCHESI PALLI

Via Alloro in  Palermo -Palazzo LucchesiSCampofranco,ulla antica residenza patrizia rimaneggiata in stile neogotico alla fine del secolo XIX; il portale presenta curiose reminescenze neocatalane. Questa storica piazza, un piccolo gioiello con ancora i suoi antichi segni, oggi è semplicemente un unico e completo parcheggio.

FOTO DI MARIA CAROLINA CLICCA ! 

E STORIA   ENRICO V

NOTIZIE DA UN ARTICOLO  DI Carlo Bianco di San Secondo Biondi

La morte eviterà a Maria Carolina l'estrema beffa di vedere il figlio Enrico rinunziare al trono di Francia offertogli dall'assemblea nazionale nel 1870, dopo la sconfitta di Sedan, rifiutandosi di accettare il vessillo tricolore.

Era proprio la fine di un mondo, ma Maria Carolina riuscirà ad inserirsi anche in quello che sta sorgendo, questa volta come Contessa Lucchesi Palli. Amata da un marito perfetto, che da vero gentiluomo rispetta le regole che l'etichetta impone, ma nell'intimità sa essere anche un amante adorabile, Madame fissa la sua dimora a Venezia nel palazzo Vendramin sul Canal Grande ove vivrà fino al 1848, quando la rivolta dei veneziani la induce a trasferirsi nel castello di sua proprietà a Brunnsee in Austria

Col passare degli anni la nostra eroina, pur continuando a seguire per quanto le è possibile le vicende di Luisa ed Enrico, è sempre più presa dai quattro figli avuti dalle sue seconde nozze e, verso la fine della sua vita, anche da un folto gruppo di nipoti, fra i quali voglio ricordare la mia Nonna materna, Silvia, figlia d'Isabella Lucchesi Palli e del mantovano Marchese Massimiliano Cavriani.

 

Nel 1864 muore il marito Ettore e pochi anni dopo, il 17 aprile 1870, Maria Carolina cessa di vivere nel castello di Brunnsee, ove verrà sepolta a fianco dell'amato consorte.

CASTELLO DI BRUNNSEE

 

IL PALAZZO VENDRAMIN

 1739 il palazzo fu ereditato dalla  famiglia Vendramin,legata da parentela con i Calergi che nel frattempo,grazie a un matrimonio,erano diventati Calergi-Grimani. L'edificio acquisì così il suo nome attuale.

Gli ultimi eredi dei Vendramin vendettero il palazzo nel 1844 a Maria Carolina Duchessa di Berry, personaggio di altissimo lignaggio essendo figlia del principe ereditario del Regno delle Due Sicilie,nipote dell’imperatore Leopoldo II Asburgo e sposa del secondogenito del futuro re di Francia Carlo X . Dopo i moti del Risorgimento i proprietari furono costretti a mettere in liquidazione il palazzo e molte opere d'arte andarono all'asta a Parigi.

In seguito alla morte della Duchessa, Vendramin fu coabitatO dal

dai Duchi della Grazia Lucchesi Palli .

Nel 1937 i Lucchesi Palli lo vendettero al conte di Misurata che fece eseguiredei restauri, adibì il primo piano a sua abitazione, il secondo piano ad uffici. Nel 1946 Vendramin fu ceduta al Comune che lo trasformo in casino’.