Documento appartenente a D.Antonino Lucchesi Palli P.pe di C.franco 1716-1803  AVANTI

Documento riguardante la cessione di due salme di terreno in contrada Sassovecchio Margivitale

in enfiteusi con canone annuo e obbligo di apportare delle migliorie.

Traduzione in lingua attuale

Sintesi del Documento (secondo quanto è stato possibile interpretare Il giorno 20 del mese di luglio 1772, si riuniscono presso il notaio Calogero Cumbo,Don Antonino Lucchesi,principe di Campofranco ecc…,che gode di pieni poteri(protestate infranta) per redigere quanto scritto negli atti depositati presso il suddetto notaio il 15 agosto 1771,affinché possono essere definiti,in rispetto della nobile presenza,quanto contrattato per cui il ricevente,Giacomo Mantione,in enfiteusi perpetua due salme di terra,che si trovano presso la Fulgentissima città di Naro,e precisamente Sassovecchio e Margivitale,alle quali si accede attraverso due trazzere( di cui una confinante con le terre di Pietro Mancino e altri)per apportarvi delle migliorie.Il terreno è stato misurato (stimato) dall’agrimensore Magra Vincenzo,gradito ad ambo le parti in causa e molto noto in città,che ha eseguito il lavoro con l’ausilio di Ippolito Scera ad ulteriore garanzia della corretta misurazione.Il Ricevente accetta tale misurazione e promette che,in futuro,non richiederà altre misurazione ad altri benefici(tranne della possibilità di vendere ed alienare secondo quanto prevede la legge),e giura e promette (per sé e i suoi eredi) di apportare le migliorie concordate.In cambio pagheranno, lui e i suoi discendenti,un affitto annuo (censo) al Lucchesi ed ai suoi eredi,secondo ragione,per ogni singola salma di terra,come da patti tra loro.Il contratto prevede l’inizio dei pagamenti nel 1° giornoDel mese di agosto del 1773 e continuare cosi per gli anni successivi.Si pone l’accento sempre di fronte al notaio,che non ci saranno cambiamenti nel futuro e che non ci saranno liti per nessun motivo,occasioni o cause ,espressi o inespressi intrinsechi o non intrinsechi,pensati e non pensati,sempre e per tutti gli anni avvenire.Il Lucchesi e il Mantione si impegnano all’osservanza di quanto detto con giuramenti e promesse.Il ricevente ribadisce che si impegna a beneficiare, accrescere,coltivare,piantare alberi e filari di vite e di fare di bene in meglio per il futuro sia per sé che per i suoi eredi(e soprattutto c’è l’impegno di rimanere in pace)………………………………Prometto anche di evitare le liti coi vicini e di non ricorrere alla frode dei vicini e di altri per creare problemi. Seguono le firme dei contraenti e dei testimoni.